In questo periodo ci viene chiesto di tenerci calmi e andare avanti. Non sapendo quando finirà, dobbiamo solo armarci di pazienza e fiducia sul fatto che ne usciremo fortificati. Nulla è più come prima, siamo in un periodo di emergenza, dove la profilassi a protezione delle vie respiratorie, sembra sia l’unico nostro ancoraggio per proteggere la nostra salute.

Le notizie dei media si focalizzano sui bollettini dalla trincea, dove contano e raccontano numeri e storie. L’informazione sembra sbilanciata sul versante della perdita e non viene data altrettanta enfasi ai fattori protettivi -o di promozione de- il benessere psicofisico.

A volte le notizie a cui ci esponiamo ci confondono, e questo ci deprime, ma anche ci fa arrabbiare. Altre volte ci fa impaurire ed ansia e panico aumentano. Il nostro contenitore, il corpo, è un contenitore finito, non può starci “tanta roba”, e soprattutto “tanta roba tossica” per il nostro benessere.

Se il nostro contenitore, che è il nostro corpo-mente, è pieno, o trabocca, o si sta riempiendo di angosce che ci abbassano l’energia, cosa possiamo fare?

Decalogo semi –serio di alcune buone prassi:

  • Aiutarci con la profilassi consigliata a protezione delle vie respiratorie: mascherina, guanti, lavaggio mani, cambio scarpe e vestiti, perché il virus potrebbe viaggiare con noi, se entriamo in contatto.
  • Alimentarci al meglio delle nostre possibilità e variare la dieta quotidiana, secondo i nostri gusti o abitudini e ricordarsi di aggiungere frutta fresca acidula di stagione che apporta Vitamina C all’organismo: agrumi, ananas, kiwi arance, limoni, mele;
  • Ricordarci di assumere ortaggi freschi, che apportano Vitamina C; lattuga, radicchi, spinaci, broccoletti, broccoli, cavoli, cavolfiori, si possono affettare finemente e mangiare crudi con olio EVO e limone.
  • A chi piace il miele, si può “correggerlo” alla curcuma e/o allo zenzero e/o cannella (antiinfiammatori e antiossidanti), ed assumerne un cucchiaino al giorno, ottimo anche da spalmare
  • Grazie al bel tempo atmosferico, possiamo arieggiare i locali dove stiamo o lavoriamo, aiutando un ricambio d’aria ad ossigenarci e a far respirare anche l’ambiente. Maggior ossigeno equivale a maggior vitalità del corpo. Grazie al sangue ossigenato rigeneriamo e nutriamo tutte le cellule del corpo. All’estremo, alcune pratiche ascetiche, come il “respirianesimo”, prevedono l’astensione da cibo, e a volte anche da acqua, ed il corpo viene nutrito con il respiro e/o esponendosi alla luce e al calore del Sole.
  • Se le giornate sono soleggiate, apriamo le finestre e le porte e facciamo entrare più sole nelle nostre case, uffici, studi, ed esponiamoci al sole. I benefici dell’elioterapia sono conosciuti fin dai tempi antichi perché la Luce del Sole e i raggi ultravioletti sono un “nutriente” indispensabile al corpo umano, come l’aria, l’acqua e il cibo. Aiuta a risolvere all’origine gran parte dei disturbi emotivi, e la maggior produzione di Vitamina D sostiene il Sistema Immunitario a combattere le infezioni.
  • Aumentare il nostro benessere psicofisico sostenendo i circuiti di base affettivi come quelli della ricerca, della cura, del gioco e del desiderio. Torniamo ad esplorare, ad essere curiosi di conoscere altro: musica, canto, arte; sperimentarsi in nuovi hobbies: suonare, cantare, dipingere. Avere cura di sé, dei propri spazi, fare spazio e fare ordine. Tornare a giocare o continuare a farlo e lasciarsi andare al desiderio, anche sessuale.
  • Fare pratiche di scarica/carica e di centratura: pratiche di bioenergetica, respiro consapevole, meditazione dinamica, yoga della risata, borbottio, meglio conosciuto come gibberish, tenere un diario dei propri tesori (pensieri, emozioni, sensazioni, desideri), o delle consapevolezze, vedere se e come mutano.
  • Fare pratica del silenzio, intorno a noi e dentro di noi, per ascoltare le parole, le emozioni, le sensazioni che si liberano da dentro, a quale parte di noi (bambina, adolescente, giovane, adulto, anziano) appartengono?
  • Procurarsi un buon sonno (dovrebbe essere più facile, visto che molte attività ormai terminano presto e quindi c’è un margine di tempo più ampio per farsi prendere dal Sonno), alcune erbe o tisane possono aiutare, naturalmente.

Ma se il pieno è troppo pieno, e tutto sta per strabordare, possiamo rivolgerci a professionisti psicologi, psicoterapeuti ad indirizzo psicocorporeo, come gli Analisti Bioenergetici per ri-trovare una centratura, un radicamento nella propria realtà psicofisica e di vita, e liberarsi del troppo peso, che nel corpo si traduce in tensione, che limita, blocca e irrigidisce corpo e mente e restringe lo spazio all’anima, soffocandola.

Aiutati facendoti ascoltare, sostenere, aiutare, noi ci siamo.

 

# NOICISIAMO è un’iniziativa degli psicologi-psicoterapeuti

del gruppo dì sostegno psicologico della SIAB

che in questo particolare momento d’emergenza Covid-19,

fornisce gratuitamente supporto psicosociale on-line.

Il nostro impegno si rivolge in particolar modo agli operatori sociali

che sono in prima linea nella gestione della crisi,

alle fasce di maggior vulnerabilità e a tutti coloro

che si trovano a vivere con disagio le ripercussioni

dovute all’isolamento che le necessarie disposizioni restrittive

a contrasto della diffusione del Coronavirus impongono.

La nostra proposta:

Offriamo 4 consulenze gratuite di sostegno psicologico

attraverso chiamate e videochiamate.

 

Maggiori informazioni sul sito SIAB-Società di analisi Bioenergetica o pagina FB:

http://www.siab-online.it/newseventi/2020/03/progetto-sostegno.aspx

https://www.facebook.com/ProgettoDiSostegnoPsicologico/photos/rpp.229432920498129/2733245023450227/?type=3&theater